Bce: verbali, focus su crescita e prezzi

Fonte: Zero Hedge

I verbali della riunione del Consiglio direttivo della BCE del 25-26 aprile non hanno destato particolari sorprese, confermando il crollo del Citigroup Euro Surprise Index, che come mostra Zero Hedge, ha recentemente toccato i minimi dalla crisi del debito sovrano del 2011:

1

In occasione dell’ultima riunione, i funzionari hanno evidenziato che “l’incertezza intorno alle prospettive è aumentata dopo la riunione di politica monetaria di marzo” e che “non può quindi essere escluso un indebolimento più pronunciato della domanda, in particolare rispetto ai fattori endogeni”.

I punti salienti del verbale confermano che la BCE sta diventando sempre più cauta sull’outlook e attenta alla minaccia posta dal protezionismo: “In particolare, i rischi legati a fattori globali, compresa la minaccia di un aumento del protezionismo, hanno assunto maggiore rilevanza e hanno reso necessario il monitoraggio delle implicazioni per le prospettive a medio termine di crescita e i prezzi”.

La BCE ha lanciato anche un monito sui movimenti valutari: “Si è osservato che le relazioni commerciali tese possono dare origine a movimenti disordinati dei tassi di cambio e aumentare la volatilità nei mercati finanziari”.

Sebbene i segnali di moderazione della crescita economica all’inizio dell’anno non abbiano modificato lo scenario di fondo sul ritmo di espansione, i funzionari hanno convenuto che “i dati che saranno pubblicati prima della riunione di politica monetaria di giugno dovranno essere esaminati attentamente per comprendere meglio le cause della recente moderazione della crescita”.

I funzionari hanno riscontrato segnali incoraggianti di un rafforzamento della crescita dei salari e la continua conferma delle aspettative di inflazione a lungo termine.

Una conferma non abbastanza forte, tuttavia, dal momento che, nonostante la convinzione che l’obiettivo sui prezzi possa essere soddisfatto in un orizzonte temporale a medio termine, l’inflazione rimane debole nel suo complesso nella fase attuale.

Da Zero Hedge



Il contenuto di questo Blog non può essere riprodotto, totalmente o parzialmente, senza la previa autorizzazione della società di gestione.
Il contenuto di questo Blog viene fornito come meramente informativo e non costituisce offerta contrattuale, né una sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari, né costituisce consulenza in materia di investimenti.
Tutte le opinioni espresse sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, possono essere incomplete e potrebbero subire modifiche in qualsiasi momento senza preavviso.
Le opinioni espresse riflettono unicamente il punto di vista dell’autore.
Qualora i contenuti di questo Blog facessero riferimento a prodotti o servizi di Sofia Gestione del Patrimonio SGR S.p.A. si invitano gli utenti prima dell’adesione a leggere attentamente il prospetto e la documentazione precontrattuale resi disponibili sul sito www.sofiagp.it. Il valore dell’investimento o il rendimento possono variare al rialzo o al ribasso. Un investimento è soggetto al rischio di perdita. Rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri.
Si precisa che Si declina la responsabilità per qualsivoglia opinione o consiglio esposto in questa informativa.
Sofia Gestione del Patrimonio Sgr S.p.A. si riserva, in ogni caso, il diritto di avere posizioni rispetto a qualsiasi strumento finanziario menzionato nel documento o di agire in qualità di consulenti di emittenti di tali strumenti.