Cina: in programma taglio ai dazi su auto importate

Fonte: Zero Hedge

Secondo le ultime indiscrezioni riportate da Bloomberg, il governo cinese sarebbe pronto ad annunciare una riduzione dei dazi sulle auto importate, confermando le intenzioni espresse dal presidente Xi Jinping due settimane fa e dal premier Liu a gennaio dal Forum di Davos.

1

Come spiega Zero Hedge, brand di fascia alta come BMW e Lexus saranno tra i maggiori beneficiari delle tariffe più basse in Cina, dal momento che non avendo spesso una presenza produttiva nel Paese, le vetture sono soggette a dazi del 25%.

Secondo alcune fonti a conoscenza dei fatti, il Consiglio di Stato cinese sta valutando di ridurre l’imposta sulle auto importate al 10 o 15% e l’annuncio potrebbe giungere già il prossimo mese.

La riduzione delle tariffe gioverà inoltre a marchi come Mercedes-Benz di Daimler AG e Porsche di Volkswagen, rendendo i principali modelli più competitivi.

Non si tratta tuttavia dell’unico importante cambiamento di politica che la Cina sta considerando. La scorsa settimana Pechino ha annunciato l’intenzione di permettere alle case automobilistiche straniere di controllare oltre il 50% delle fabbriche nazionali.

La soddisfazione del presidente statunitense Donald Trump, che interpretato l’apertura di Xi come una tregua nella guerra commerciale in atto tra i due Paesi si scontra tuttavia con la possibilità che i produttori Usa siano colpiti da ulteriori dazi del 25% sulle auto prodotte negli Stati Uniti.

Si tratterebbe di una notizia particolarmente cattiva per il CEO di Tesla, Elon Musk, che punta a costruire una fabbrica nella zona economica libera di Shanghai e aveva salutato l’annuncio di Xi come “un passo molto importante della Cina”.

Il blog americano ricorda che le importazioni riguardano comunque solo una piccola parte del mercato cinese. Il Paese ha importato 1,22 milioni di veicoli l’anno scorso, vale a dire circa il 4,2% del totale.

Da Zero Hedge



Il contenuto di questo Blog non può essere riprodotto, totalmente o parzialmente, senza la previa autorizzazione della società di gestione.
Il contenuto di questo Blog viene fornito come meramente informativo e non costituisce offerta contrattuale, né una sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari, né costituisce consulenza in materia di investimenti.
Tutte le opinioni espresse sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, possono essere incomplete e potrebbero subire modifiche in qualsiasi momento senza preavviso.
Le opinioni espresse riflettono unicamente il punto di vista dell’autore.
Qualora i contenuti di questo Blog facessero riferimento a prodotti o servizi di Sofia Gestione del Patrimonio SGR S.p.A. si invitano gli utenti prima dell’adesione a leggere attentamente il prospetto e la documentazione precontrattuale resi disponibili sul sito www.sofiagp.it. Il valore dell’investimento o il rendimento possono variare al rialzo o al ribasso. Un investimento è soggetto al rischio di perdita. Rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri.
Si precisa che Si declina la responsabilità per qualsivoglia opinione o consiglio esposto in questa informativa.
Sofia Gestione del Patrimonio Sgr S.p.A. si riserva, in ogni caso, il diritto di avere posizioni rispetto a qualsiasi strumento finanziario menzionato nel documento o di agire in qualità di consulenti di emittenti di tali strumenti.