Now reading
Cina: i trader scommettono su un crollo dello yuan dopo il G-20

Cina: i trader scommettono su un crollo dello yuan dopo il G-20

Fonte: Zero Hedge

Negli ultimi anni, la Cina ha “assicurato la stabilità” dello yuan prima di grandi eventi geopolitici, scrive Tyler Durden su Zero Hedge. Questa volta, invece, in attesa del G-20 di questo fine settimana, e di fronte a un peggioramento significativo dei fondamentali (e di una Fed sempre più “hawkish”), la Cina ha lasciato lo yuan crollare nell’ultima settimana e i trader sono pronti a scommettere che la debolezza proseguirà anche dopo il vertice.

Come sottolinea Bloomberg, la storia ci insegna che la valuta cinese si rafforza generalmente in vista di grandi eventi politici o economici, come le visite di Stato del presidente Xi Jinping agli Stati Uniti e il Forum Boao.

cny1

Fonte grafici: Zero Hedge

Invece questa volta, in attesa della riunione del G-20, lo yuan onshore è calato sui minimi del dopo Brexit, spiega Durden.

cny2

Si tratta forse di un altro avvertimento alla Fed? Secondo Bloomberg, i mercati dei derivati scommettono su un deprezzamento della valuta cinese, con oscillazioni di prezzo che potrebbero raggiungere il maggiore aumento mensile da gennaio.

cny3

Anche altri indicatori hanno mostrato un incremento, indicando crescenti aspettative di deprezzamento dello yuan.

cny4

I trader si chiedono se la People’s Bank of China abbia intenzione di consentire un crollo dello yuan tra il meeting del G-20 e l’ingresso della valuta nei Diritti speciali di prelievo del Fondo monetario internazionale il prossimo primo ottobre, soprattutto in un momento di crescente probabilità di azione della Fed.

“Dopo la conclusione del G-20 lunedì prossimo, il mercato potrebbe voler testare il livello di deprezzamento dello yuan che la PBoC può tollerare”, ha spiegato Gao Qi, strategist di Scotiabank a Singapore. “La Cina non vuole che lo yuan si muova troppo durante il G-20 e diventi un argomento di discussione”.

I ribassisti hanno già iniziato a posizionarsi short sullo yuan offshore, scommettendo sul deprezzamento della valuta dopo la riunione del G-20, sottolinea Ken Cheung, strategist di Mizuho Bank Ltd. a Hong Kong.

“I dati cinesi di luglio hanno dimostrato cha il trend di crescita del Paese si è indebolito. L’intenzione della PBoC di mantenere la stabilità yuan dopo il vertice del G-20 potrebbe essere meno forte e consentire un nuovo deprezzamento dello yuan”, spiega Ken Cheung.

E se la valuta cinese inizia a crollare, anche l’Equity Usa potrebbe seguire presto, avverte Durden.

Da Zero Hedge

 



Il contenuto di questo Blog non può essere riprodotto, totalmente o parzialmente, senza la previa autorizzazione della società di gestione.
Il contenuto di questo Blog viene fornito come meramente informativo e non costituisce offerta contrattuale, né una sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari, né costituisce consulenza in materia di investimenti.
Tutte le opinioni espresse sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, possono essere incomplete e potrebbero subire modifiche in qualsiasi momento senza preavviso.
Le opinioni espresse riflettono unicamente il punto di vista dell’autore.
Qualora i contenuti di questo Blog facessero riferimento a prodotti o servizi di Sofia Gestione del Patrimonio SGR S.p.A. si invitano gli utenti prima dell’adesione a leggere attentamente il prospetto e la documentazione precontrattuale resi disponibili sul sito www.sofiagp.it. Il valore dell’investimento o il rendimento possono variare al rialzo o al ribasso. Un investimento è soggetto al rischio di perdita. Rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri.
Si precisa che Si declina la responsabilità per qualsivoglia opinione o consiglio esposto in questa informativa.
Sofia Gestione del Patrimonio Sgr S.p.A. si riserva, in ogni caso, il diritto di avere posizioni rispetto a qualsiasi strumento finanziario menzionato nel documento o di agire in qualità di consulenti di emittenti di tali strumenti.