Grecia: le banche valutano una tassa sui prelievi

Fonte: Zero Hedge

Le banche greche hanno proposto una serie di misure per combattere l’evasione fiscale, rafforzare le transazioni elettroniche e limitare l’uso del contante, tra cui, come riporta KeepTalkingGreece.com, una tassa speciale sui prelevamenti di denaro.

I banchieri hanno spiegato che i contanti possono facilmente andare ad alimentare l’economia sommersa. Una tassa sui prelievi dovrebbe pertanto ridurre drasticamente le operazioni di cassa e quindi anche l’economia non osservata.

Tra le proposte presentate al governo figurano:

– L’uso obbligatorio di carte o altre reti di pagamento elettronico per le professioni più soggette a evasione;

– L’uso obbligatorio di carte o altre reti di pagamento elettronico per le transazioni superiori a una certa somma;

– Riformare il sistema fiscale con l’introduzione di un sistema di entrate-uscite. Le famiglie e i professionisti saranno tassati solo sul reddito che è non è stato speso. In questo modo, le famiglie e gli operatori saranno incentivati ad avere le ricevute di tutte le spese, in modo da ridurre l’importo delle tasse che dovranno pagare.

– L’obbligo per tutte le imprese di pagare elettronicamente gli stipendi.

KeepTalkingGreece.com commenta ironicamente che forse questa “idea rivoluzionaria” è stata partorita da giovani studiosi oppure da over 60 con segretari al seguito o nipoti che effettuano le transazioni per loro utilizzando i propri iPhone e iPad.

Il blog ellenico sottolinea quanto sia improponibile una trasformazione del genere in un Paese in cui il 30% della popolazione vive o è a rischio di povertà, il sistema di welfare è crollato e migliaia di famiglie vivono di quelle banconote da 20 o 50 euro che un parente o amico infila loro di nascosto nelle tasche per poter comprare cibo, medicine o pagare una bolletta.

Per non parlare di quei sessantenni con una conoscenza minima dei dispositivi elettronici e delle applicazioni e degli over 80 che non sanno nemmeno usare un telefono cellulare.

La tassa sui contanti darà ovviamente darà una nuova dimensione ai “controlli sui capitali”. Il destino della Grecia sarà quello di vietare il denaro liquido e diventare come l’India?

Da Zero Hedge



Il contenuto di questo Blog non può essere riprodotto, totalmente o parzialmente, senza la previa autorizzazione della società di gestione.
Il contenuto di questo Blog viene fornito come meramente informativo e non costituisce offerta contrattuale, né una sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari, né costituisce consulenza in materia di investimenti.
Tutte le opinioni espresse sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, possono essere incomplete e potrebbero subire modifiche in qualsiasi momento senza preavviso.
Le opinioni espresse riflettono unicamente il punto di vista dell’autore.
Qualora i contenuti di questo Blog facessero riferimento a prodotti o servizi di Sofia Gestione del Patrimonio SGR S.p.A. si invitano gli utenti prima dell’adesione a leggere attentamente il prospetto e la documentazione precontrattuale resi disponibili sul sito www.sofiagp.it. Il valore dell’investimento o il rendimento possono variare al rialzo o al ribasso. Un investimento è soggetto al rischio di perdita. Rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri.
Si precisa che Si declina la responsabilità per qualsivoglia opinione o consiglio esposto in questa informativa.
Sofia Gestione del Patrimonio Sgr S.p.A. si riserva, in ogni caso, il diritto di avere posizioni rispetto a qualsiasi strumento finanziario menzionato nel documento o di agire in qualità di consulenti di emittenti di tali strumenti.