Now reading
La Bank of Japan potrebbe annunciare un “massiccio programma di stimolo”

La Bank of Japan potrebbe annunciare un “massiccio programma di stimolo”

Fonte: Zero Hedge

Secondo Mark Haefele, Global chief investment officer di UBS Wealth Management, la Bank of Japan potrebbe annunciare un “massiccio programma di stimolo” nel tentativo di favorire il raggiungimento dell’obiettivo di inflazione del 2%.

L’alternativa, ha spiegato Haefele in un’intervista a Bloomberg Television, sarebbe quella di rivedere al ribasso i target sull’inflazione, ma in questo momento sembra prevalere l’ipotesi di un “maggiore stimolo”.

Probabilmente succederà, sottolinea Tyler Durden su Zero Hedge, ma la questione è se aumentare le misure di stimolo porterà a un risultato diverso: dopo tutto la BoJ detiene già un terzo dei titoli di Stato giapponesi e sta rapidamente nazionalizzando l’intero mercato azionario.

Durante la sua apparizione a Jackson Hole, il governatore della BoJ, Haruhiko Kuroda, ha precisato che la banca centrale non esiterà ad aumentare lo stimolo monetario, se necessario, e che sussiste un ampio margine di ulteriore allentamento. Kuroda ha aggiunto che la banca centrale valuterà attentamente come utilizzare al meglio la politica monetaria per raggiungere l’obiettivo della stabilità dei prezzi.

Come aggiunge Bloomberg, i prezzi al consumo al netto degli alimentari freschi sono calati dello 0,5% nel mese di luglio rispetto all’anno precedente, ai massimi da marzo del 2013, il mese prima che Kuroda lanciasse un piano di stimolo senza precedenti.

boj

Fonte: Bloomberg

La BoJ sta attualmente rivedendo la propria politica monetaria in vista della prossima riunione del 20-21 settembre. Se la banca centrale nipponica adotterà ulteriori stimoli con lo yen ai livelli attuali o se aspetterà di vedere un rafforzamento resta “una questione aperta”, ha sottolineato Haefele.

“È difficile prevedere se qualunque mossa potrà essere sufficiente data l’irregolarità delle misure di stimolo in Giappone in passato. Ma tutti si augurano che ci sia un altro tentativo perché chiaramente il Giappone, nonostante abbia confermato gli obiettivi di inflazione, non è stato in grado di raggiungerli”.

Con “tutti” Haefele intende società e azionisti, sottolinea Durden. Per tutti gli altri, un ulteriore crollo dello yen significherà un aumento dell’inflazione importata, un calo del potere d’acquisto, tassi di risparmio ancora più negativi, il deterioramento dei fondamentali economici e un generale declino del tenore di vita.

Da Zero Hedge

 



Il contenuto di questo Blog non può essere riprodotto, totalmente o parzialmente, senza la previa autorizzazione della società di gestione.
Il contenuto di questo Blog viene fornito come meramente informativo e non costituisce offerta contrattuale, né una sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari, né costituisce consulenza in materia di investimenti.
Tutte le opinioni espresse sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, possono essere incomplete e potrebbero subire modifiche in qualsiasi momento senza preavviso.
Le opinioni espresse riflettono unicamente il punto di vista dell’autore.
Qualora i contenuti di questo Blog facessero riferimento a prodotti o servizi di Sofia Gestione del Patrimonio SGR S.p.A. si invitano gli utenti prima dell’adesione a leggere attentamente il prospetto e la documentazione precontrattuale resi disponibili sul sito www.sofiagp.it. Il valore dell’investimento o il rendimento possono variare al rialzo o al ribasso. Un investimento è soggetto al rischio di perdita. Rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri.
Si precisa che Si declina la responsabilità per qualsivoglia opinione o consiglio esposto in questa informativa.
Sofia Gestione del Patrimonio Sgr S.p.A. si riserva, in ogni caso, il diritto di avere posizioni rispetto a qualsiasi strumento finanziario menzionato nel documento o di agire in qualità di consulenti di emittenti di tali strumenti.