Now reading
La Norvegia attinge dal fondo sovrano per coprire le spese di governo

La Norvegia attinge dal fondo sovrano per coprire le spese di governo

Fonte: Zero Hedge

L’Arabia Saudita non è l’unica nazione dipendente dal petrolio che cerca con fatica di far quadrare i conti dopo il crollo dei prezzi della commodity, scrive Tyler Durden su Zero Hedge.

Per la prima volta dal suo insediamento nel 1996, il governo norvegese sta iniziando a prelevare denaro dal suo fondo sovrano per coprire le spese dell’esecutivo. Nel primo semestre del 2016, il governo ha infatti ritirato 5,4 miliardi di dollari e i prelievi dovrebbero aumentare nella seconda parte dell’anno, raggiungendo quasi 20 miliardi e superando i limiti fiscali imposti sui prelievi di fondi del 4% del patrimonio, ovvero 36 miliardi di dollari. L’economia norvegese è pari circa 375 miliardi di dollari e la spesa federale rappresenta il 60% (225 mld usd). Un prelievo 20 miliardi nel secondo semestre rappresenterebbe pertanto circa il 18% della spesa totale del governo.

 

norv1

Fonte: Bloomberg

In un’intervista a Bloomberg, Egil Matsen, vice governatore della Banca centrale della Norvegia, ha messo in discussione il limite del 4% sui prelievi nel contesto di ritorni attuale, spiegando che “man mano che i bond arrivano a scadenza, una grossa fetta è reinvestita in obbligazioni con rendimenti molto bassi o addirittura negativi”.

Matsen ha inoltre osservato che il panorama economico è “cambiato” dall’ultima revisione dell’istituto centrale nel 2007. I gestori di fondi stanno effettuando un profondo “lavoro di analisi interna” per capire se la “correlazione tra azioni e obbligazioni è cambiata dal 2007”.

“È un mondo diverso. È troppo presto per fornire anticipazione sulle nostre direttive, ma si tratta certamente di una decisione grande e importante”.

Quanto al possibile cambiamento della correlazione tra azioni e obbligazioni dal 2007, Durden si offre, non senza sarcasmo, di dare una mano a Matsen sul “lavoro di analisi interna”. Come mostra il grafico riportato da Zero Hedge, attualmente è tutto perfettamente correlato, quindi si può acquistare tutto quello che si vuole, purché si acquisti.

norv2

Fonte: Zero Hedge

Certamente aggiornare la view del “panorama economico” una volta ogni nove anni è importante, conclude ironicamente Durden, meglio tardi che mai.

Da Zero Hedge



Il contenuto di questo Blog non può essere riprodotto, totalmente o parzialmente, senza la previa autorizzazione della società di gestione.
Il contenuto di questo Blog viene fornito come meramente informativo e non costituisce offerta contrattuale, né una sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari, né costituisce consulenza in materia di investimenti.
Tutte le opinioni espresse sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, possono essere incomplete e potrebbero subire modifiche in qualsiasi momento senza preavviso.
Le opinioni espresse riflettono unicamente il punto di vista dell’autore.
Qualora i contenuti di questo Blog facessero riferimento a prodotti o servizi di Sofia Gestione del Patrimonio SGR S.p.A. si invitano gli utenti prima dell’adesione a leggere attentamente il prospetto e la documentazione precontrattuale resi disponibili sul sito www.sofiagp.it. Il valore dell’investimento o il rendimento possono variare al rialzo o al ribasso. Un investimento è soggetto al rischio di perdita. Rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri.
Si precisa che Si declina la responsabilità per qualsivoglia opinione o consiglio esposto in questa informativa.
Sofia Gestione del Patrimonio Sgr S.p.A. si riserva, in ogni caso, il diritto di avere posizioni rispetto a qualsiasi strumento finanziario menzionato nel documento o di agire in qualità di consulenti di emittenti di tali strumenti.