L’economia cinese non delude le attese

Fonte: Zero Hedge

Dopo i deludenti numeri provenienti dagli Stati Uniti, le speranze sulla crescita globale si sono riversate sulla Cina, che non delude le attese.

Come spiega Tyler Durden su Zero Hedge, nonostante i dati macroeconomici in calo, il notevole rallentamento del settore immobiliare e il tentativo di deleveraging negli ultimi tre mesi, il PIL ha battuto le previsioni, come anche le vendite al dettaglio, la produzione industriale e gli investimenti a reddito fisso.

1

Fonte grafici: Zero Hedge

Come mostrano i grafici di seguito, la significativa crescita riflette ancora un’economia fortemente dipendente dal credito, preannunciata dagli ultimi dati sui prestiti in yuan (1,54 trilioni di yuan) e sul finanziamento sociale aggregato (1,78 trilioni di yuan).

2

Enda Curran, corrispondente di Bloomberg per l’economia asiatica, osserva che questi numeri, a prima vista, non forniscono spunti ribassisti dal momento che appaiono forti su tutta la linea.

Il contesto resta tuttavia caratterizzato da tassi di interesse bassi e rischi crescenti. Si tratta di un problema di cui i banchieri centrali si dicono consapevoli ma per ora, sembra che la crescita sia ciò che conta maggiormente.

“La crescita del PIL superiore al previsto è dovuta alla forte produzione industriale. Detto questo, il divario tra la crescita del Fixed asset investment e della produzione industriale mostra che la crescita è guidata dai consumi e dalle esportazioni”, spiega Iris Pang, China economist di ING Bank a Hong Kong:

Secondo Julian Evans-Pritchard, economista della Cina di Capital Economics, lo slancio visto negli ultimi dati difficilmente durerà: “La recente stretta sui rischi finanziari ha determinato un rallentamento della crescita del credito, che peserà sull’economia nel secondo semestre.

3

I dati non hanno provocato grandi reazioni nello yuan dopo i forti guadagni registrati la settimana scorsa:

4

Chiusura contrastata per i principali listini cinesi: l’Hang Seng in rialzo dello 0,36% e lo Shanghai Composite in rosso dell’1,43%.

Da Zero Hedge



Il contenuto di questo Blog non può essere riprodotto, totalmente o parzialmente, senza la previa autorizzazione della società di gestione.
Il contenuto di questo Blog viene fornito come meramente informativo e non costituisce offerta contrattuale, né una sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari, né costituisce consulenza in materia di investimenti.
Tutte le opinioni espresse sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, possono essere incomplete e potrebbero subire modifiche in qualsiasi momento senza preavviso.
Le opinioni espresse riflettono unicamente il punto di vista dell’autore.
Qualora i contenuti di questo Blog facessero riferimento a prodotti o servizi di Sofia Gestione del Patrimonio SGR S.p.A. si invitano gli utenti prima dell’adesione a leggere attentamente il prospetto e la documentazione precontrattuale resi disponibili sul sito www.sofiagp.it. Il valore dell’investimento o il rendimento possono variare al rialzo o al ribasso. Un investimento è soggetto al rischio di perdita. Rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri.
Si precisa che Si declina la responsabilità per qualsivoglia opinione o consiglio esposto in questa informativa.
Sofia Gestione del Patrimonio Sgr S.p.A. si riserva, in ogni caso, il diritto di avere posizioni rispetto a qualsiasi strumento finanziario menzionato nel documento o di agire in qualità di consulenti di emittenti di tali strumenti.