Now reading
Mercati emergenti: sell-off peggiore del Taper Tantrum?

Mercati emergenti: sell-off peggiore del Taper Tantrum?

Fonte: Zero Hedge

L’attuale crollo dei mercati emergenti può essere definito peggiore del Taper Tantrum del 2013? A questa domanda ha cercato di rispondere Robin Brooks, strategist dell’Institute of International Finance, citato da Zero Hedge.

La risposta dell’esperto, riassumibile nel grafico di seguito, è che per ora è impossibile determinare con certezza se la debolezza di febbraio-maggio 2018 sia stata più violenta del Taper Tantrum, anche se per alcune nazioni, come l’Argentina, la Turchia e oggi, il Brasile, la risposta è piuttosto ovvia.

1

Brooks tenta di quantificare il potenziale di contagio da Argentina e Turchia al resto dei mercati emergenti:

“Il grafico di seguito confronta gli afflussi di portafoglio dei soggetti non residenti da 3 anni ad oggi (2015-7) rispetto ai 3 anni precedenti al Taper tantrum (2010-2) in percentuale al PIL. I flussi in entrata sono stati generalmente più lenti (molti sono al di sotto della diagonale), e si tratta di un dato positivo.

“Il grafico evidenzia la differenza tra l’Argentina (ARS) e la Turchia (TRY). La prima ha visto afflussi rapidi, in ripresa dopo anni di semi-autarchia. La Turchia ha visto afflussi molto più lenti, quindi il sell-off riflette la politica…”

2

“La convinzione generale è che la situazione del settore ME nel suo complesso sia attualmente migliore rispetto al periodo del Taper Tantrum del 2013, e che Argentina e Turchia rappresentino delle eccezioni. Può darsi, ma colpisce quanto sia stato forte il rimbalzo dei flussi di capitali dei soggetti non residenti verso i mercati emergenti dopo il 2015-16”, precisa l’esperto.

“Il rimbalzo di questi flussi verso i mercati emergenti non ha a che fare solo con la ripresa della Cina dal timore di una svalutazione nel 2015-16”, come mostra il grafico di seguito:

3

Da Zero Hedge



Il contenuto di questo Blog non può essere riprodotto, totalmente o parzialmente, senza la previa autorizzazione della società di gestione.
Il contenuto di questo Blog viene fornito come meramente informativo e non costituisce offerta contrattuale, né una sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari, né costituisce consulenza in materia di investimenti.
Tutte le opinioni espresse sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, possono essere incomplete e potrebbero subire modifiche in qualsiasi momento senza preavviso.
Le opinioni espresse riflettono unicamente il punto di vista dell’autore.
Qualora i contenuti di questo Blog facessero riferimento a prodotti o servizi di Sofia Gestione del Patrimonio SGR S.p.A. si invitano gli utenti prima dell’adesione a leggere attentamente il prospetto e la documentazione precontrattuale resi disponibili sul sito www.sofiagp.it. Il valore dell’investimento o il rendimento possono variare al rialzo o al ribasso. Un investimento è soggetto al rischio di perdita. Rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri.
Si precisa che Si declina la responsabilità per qualsivoglia opinione o consiglio esposto in questa informativa.
Sofia Gestione del Patrimonio Sgr S.p.A. si riserva, in ogni caso, il diritto di avere posizioni rispetto a qualsiasi strumento finanziario menzionato nel documento o di agire in qualità di consulenti di emittenti di tali strumenti.