Mercati: rischio geopolitico ai massimi dal 2014

Fonte: Zero Hedge

L’aumento del rischio geopolitico non è automaticamente una cattiva notizia per i risk asset, ma secondo Richard Turnill di BlackRock, il nuovo approccio commerciale degli Stati Uniti deve essere monitorato con attenzione.

L’economia si sta espandendo, l’equity ha toccato nuovi massimi e i mercati sembrano calmi. Cosa c’è da preoccuparsi?

I rischi geopolitici sono in aumento, secondo l’indicatore di BlackRock, BGRI, che misura il grado di preoccupazione dei mercati finanziari rispetto ai rischi geopolitici.

 1

Il BGRI tiene traccia della frequenza delle menzioni di rischio geopolitico nei report dei media e dei broker, riflettendo il sentiment. Un punteggio positivo indica che i mercati sembrano più preoccupati per i rischi geopolitici rispetto al passato recente, mentre un punteggio negativo implica meno timori.

Il BGRI risulta attualmente ai massimi da marzo 2015 e ben al di sopra dei livelli di inizio anno, quando i mercati stavano digerendo la vittoria elettorale di Donald Trump, erano preoccupati del risultato elettorale francese e temevano la possibilità di una Hard Brexit.

Quanto dovremmo preoccuparci del recente aumento del BGRI?

L’indicatore è ancora ben al di sotto del picco a lungo termine, come mostra il grafico in alto, ma gli esperti consigliano di osservare attentamente possibili rischi come un approccio più duro degli Stati Uniti a livello commerciale.

Il commercio è il rischio da monitorare

Gli shock geopolitici improvvisi tendono a danneggiare i risk asset globali solo per un breve periodo se il contesto economico è solido, secondo l’analisi di BlackRock della performance degli asset post-crisi dal 1962. I Treasury statunitensi possono rappresentare una copertura efficace durante tali episodi.

Una reazione del mercato globale negativa più duratura e acuta risulta maggiormente probabile se si verificano più shock simultaneamente o se l’economia è debole.

Molti dei rischi temuti dai mercati all’inizio dello scorso anno non si sono materializzati, stimolando il rally dell’azionario. Abbiano iniziato il 2018 con una forte attenzione verso la geopolitica. Eppure il contesto economico è solido: il BlackRock Growth GPS mostra un’espansione economica sostenuta, pertanto le vicende geopolitiche non dovrebbero interrompere questo trend.

Cosa potrebbe turbare lo scenario? Gli esperti si dicono preoccupati soprattutto del potenziale approccio protezionistico degli Stati Uniti al commercio. Si tratta di un rischio che potrebbe scuotere la crescita globale e le prospettive sugli utili, e mettere in discussione l’outlook economico.

Qualsiasi interruzione dei colloqui sul NAFTA rappresenterebbe un segnale negativo per il commercio globale e potrebbe colpire, secondo BlackRock, le azioni dei mercati emergenti nel breve termine.

Le crescenti tensioni commerciali con la Cina rappresentano un’altra fonte di preoccupazione. Gli esperti stanno monitorando attentamente i prossimi passi degli Stati Uniti per quanto riguarda i rapporti commerciali con la Cina in settori come la tecnologia, l’acciaio e l’alluminio.

BlackRock non prevede una guerra commerciale, ma consiglia agli investitori di fare attenzione alla volatilità indotta dalla geopolitica nel 2018.

Da Zero Hedge



Il contenuto di questo Blog non può essere riprodotto, totalmente o parzialmente, senza la previa autorizzazione della società di gestione.
Il contenuto di questo Blog viene fornito come meramente informativo e non costituisce offerta contrattuale, né una sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari, né costituisce consulenza in materia di investimenti.
Tutte le opinioni espresse sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, possono essere incomplete e potrebbero subire modifiche in qualsiasi momento senza preavviso.
Le opinioni espresse riflettono unicamente il punto di vista dell’autore.
Qualora i contenuti di questo Blog facessero riferimento a prodotti o servizi di Sofia Gestione del Patrimonio SGR S.p.A. si invitano gli utenti prima dell’adesione a leggere attentamente il prospetto e la documentazione precontrattuale resi disponibili sul sito www.sofiagp.it. Il valore dell’investimento o il rendimento possono variare al rialzo o al ribasso. Un investimento è soggetto al rischio di perdita. Rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri.
Si precisa che Si declina la responsabilità per qualsivoglia opinione o consiglio esposto in questa informativa.
Sofia Gestione del Patrimonio Sgr S.p.A. si riserva, in ogni caso, il diritto di avere posizioni rispetto a qualsiasi strumento finanziario menzionato nel documento o di agire in qualità di consulenti di emittenti di tali strumenti.