Petrolio: Venezuela, PDVSA vicina al crollo

Fonte: Zero Hedge

Secondo l’uomo che ha guidato per un decennio PDVSA, la compagnia petrolifera statale venezuelana è sul punto di crollare definitivamente e dovrebbe vedere una riduzione della produzione di petrolio di 600.000 barili all’anno per via della mancanza di investimenti.

Come riporta Tsvetana Paraskova su OilPrice.com, Rafael Ramirez, nemico di vecchio data dell’attuale presidente del Venezuela, Nicolas Maduro, vicino al predecessore Hugo Chavez, ha riferito in un’intervista telefonica a Bloomberg che “PDVSA potrebbe cadere in una spirale accelerata verso il basso”.

1

Secondo alcune fonti dell’OPEC, la produzione petrolifera venezuelana si è attestata in media a 2,154 milioni di barili nel 2016 e a 1,916 milioni di barili nel 2017. A marzo 2018, l’output è sceso a 1,488 milioni di barili al giorno.

Ramirez è diventato ministro del Petrolio nel 2002 e numero uno di PDVSA nel 2004. Durante l’incarico di dieci anni presso la compagnia, la produzione del Venezuela è diminuita del 10%. Successivamente, l’output è diminuito ulteriormente del 30%, con i cali più ripidi verificatisi negli ultimi due anni sulla scia del totale collasso economico e della mancanza di investimenti.

Alla fine dello scorso anno, il Venezuela ha fatto sapere che avrebbe avviato un’indagine penale su Ramirez, attualmente in esilio volontario in Europa, per presunta corruzione nell’ambito di un’estesa indagine che si è conclusa con l’arresto di decine di dirigenti del settore petrolifero.

Alcuni analisti hanno ritenuto che l’epurazione condotta alla fine del 2017 avesse motivazioni politiche: togliere dalla scena gli avversari di Maduro e stringere la presa sul comparto petrolifero, unica fonte di reddito in valuta estera del Venezuela.

Maduro ha inoltre nominato un generale della Guardia Nazionale, Manuel Quevedo, alla guida di PDVSA e del ministero del Petrolio del Paese. La mancanza di qualsiasi esperienza nel settore petrolifero da parte di Quevedo ha ulteriormente alimentato i timori di un peggioramento della gestione dell’azienda statale.

La mancanza di conoscenza ed esperienza dei dirigenti, insieme a lotte intestine all’interno del settore, hanno portato al crollo della produzione di PDVSA secondo Ramirez.

“Con il pretesto che abbiamo distrutto la società, PDVSA sarà di fatto privatizzata “, ha spiegato l’ex ministro a Bloomberg. “Sarà tolta dal controllo dello Stato venezuelano”.

Da Zero Hedge



Il contenuto di questo Blog non può essere riprodotto, totalmente o parzialmente, senza la previa autorizzazione della società di gestione.
Il contenuto di questo Blog viene fornito come meramente informativo e non costituisce offerta contrattuale, né una sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari, né costituisce consulenza in materia di investimenti.
Tutte le opinioni espresse sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, possono essere incomplete e potrebbero subire modifiche in qualsiasi momento senza preavviso.
Le opinioni espresse riflettono unicamente il punto di vista dell’autore.
Qualora i contenuti di questo Blog facessero riferimento a prodotti o servizi di Sofia Gestione del Patrimonio SGR S.p.A. si invitano gli utenti prima dell’adesione a leggere attentamente il prospetto e la documentazione precontrattuale resi disponibili sul sito www.sofiagp.it. Il valore dell’investimento o il rendimento possono variare al rialzo o al ribasso. Un investimento è soggetto al rischio di perdita. Rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri.
Si precisa che Si declina la responsabilità per qualsivoglia opinione o consiglio esposto in questa informativa.
Sofia Gestione del Patrimonio Sgr S.p.A. si riserva, in ogni caso, il diritto di avere posizioni rispetto a qualsiasi strumento finanziario menzionato nel documento o di agire in qualità di consulenti di emittenti di tali strumenti.