Now reading
UFFICIO STUDI Sofia – Macro Outlook: uno sguardo all’Europa

UFFICIO STUDI Sofia – Macro Outlook: uno sguardo all’Europa

Introduzione

Nel mese di luglio abbiamo messo sul tavolo diversi spunti di riflessione che avrebbero potuto impattare sui mercati (Banche Centrali, Debt Ceiling e tensioni geopolitiche con la Corea del Nord). Con il passare del tempo ci sembra che questi temi siano ancora di attualità e, anzi, arriverà probabilmente il momento in cui, uno ad uno, diventeranno decisivi per la direzionalità dei mercati. 

Europa

Poco da segnalare sul fronte europeo, con politica e politica monetaria a prendersi gran parte della scena. Sul primo fronte, si comincia ad avere un assaggio di quello che saranno le trattative sulla Brexit, dove il Governo britannico sembra momentaneamente più consapevole della necessità di gestire la transizione in maniera ordinata rispetto a qualche mese fa: è stato infatti approvato il Great Repeal Bill, con cui il Regno Unito dovrà decidere quali norme europee mantenere, quali emendare e quali abrogare. Ed è qui che però si giocherà molto della partita sul fronte interno: se dovessero emergere nuove spaccature nei diversi partiti (già poco coesi), sarebbe lecito attendersi un certo nervosismo sui mercati.

Dove invece la situazione sembra più tranquilla è in Germania. Con l’approssimarsi delle Elezioni di fine settembre, sembra infatti che il gradimento dell’elettorato verso la Cancelliera non abbia fatto altro che salire negli ultimi mesi e i sondaggi danno un margine tale da non far ipotizzare imprevisti cambi di fronte all’orizzonte, nonostante i sondaggi indichino un lieve ritorno di fiamma nelle ultime settimane per i partiti minoritari proprio a scapito della CDU/CSU. In generale, il ridimensionamento degli euroscettici rispetto a un anno fa ci porta a escludere situazioni eccessivamente problematiche dipendenti dalla maggior frammentazione del Parlamento, anche se nel lungo periodo la situazione merita di essere monitorata.

German Election Poll Tracker (Fonte: Bloomberg)

1

Occhi puntati infine sulla politica monetaria, per la quale sono attese probabili novità nel mese di ottobre. Nell’ultima conferenza stampa, Draghi ha indirizzato nuovamente un messaggio di politica monetaria accomodante, sebbene il tono della comunicazione sia sembrato meno “dovish” rispetto a quello tenuto nel mese di luglio. Nonostante tutto, è interessante il fatto che, a precisa domanda, sia stato comunicato il tasso di cambio con cui sono state effettuate le simulazioni della BCE (1.18). Nulla di significativo di per sé, visto che la motivazione risiede semplicemente nel livello preso al momento dello svolgimento delle simulazioni; più interessante però che tale valore abbia comportato una revisione al ribasso dell’inflazione attesa dalla BCE: che possa in qualche modo risultare in un ancoraggio nelle aspettative dei mercati?

Intanto prosegue la fase di rallentamento dei soft data che avevamo cominciato ad osservare un paio di mesi fa nei PMI e nella componente delle Aspettative dello ZEW, mentre l’Ifo Business Expectations per il momento continua la propria salita indisturbato, nonostante i livelli inferiori rispetto alle componenti sulla Situazione Corrente.

PMI – Eurozona vs. Germania vs. Francia vs. Italia vs. Spagna (Fonte: Bloomberg)

2

ZEW Current Situation vs. Expectations (Fonte: Bloomberg)

3

Ifo Business Climate vs. Current Assessment vs. Expectations (Fonte: Bloomberg)

4

Andrea Menescardi, Ufficio Studi Sofia



Il contenuto di questo Blog non può essere riprodotto, totalmente o parzialmente, senza la previa autorizzazione della società di gestione.
Il contenuto di questo Blog viene fornito come meramente informativo e non costituisce offerta contrattuale, né una sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari, né costituisce consulenza in materia di investimenti.
Tutte le opinioni espresse sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, possono essere incomplete e potrebbero subire modifiche in qualsiasi momento senza preavviso.
Le opinioni espresse riflettono unicamente il punto di vista dell’autore.
Qualora i contenuti di questo Blog facessero riferimento a prodotti o servizi di Sofia Gestione del Patrimonio SGR S.p.A. si invitano gli utenti prima dell’adesione a leggere attentamente il prospetto e la documentazione precontrattuale resi disponibili sul sito www.sofiagp.it. Il valore dell’investimento o il rendimento possono variare al rialzo o al ribasso. Un investimento è soggetto al rischio di perdita. Rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri.
Si precisa che Si declina la responsabilità per qualsivoglia opinione o consiglio esposto in questa informativa.
Sofia Gestione del Patrimonio Sgr S.p.A. si riserva, in ogni caso, il diritto di avere posizioni rispetto a qualsiasi strumento finanziario menzionato nel documento o di agire in qualità di consulenti di emittenti di tali strumenti.