Usa: l’inflazione sale al 2,46% a/a ad aprile

Fonte: Advisor Perspectives

L’indice dei prezzi al consumo statunitense è aumentato ad aprile dello 0,2% a livello mensile e del 2,46% su base annua, scrive Jill Mislinski su Advisor Perspectives.

Lo ha reso noto il Bureau of Labor Statistics, precisando che il miglioramento ha riguardato in particolare le componenti della benzina e degli alloggi.

Nel dettaglio, la prima è salita del 3%, controbilanciando la debolezza degli altri segmenti dell’energia, che segna nel complesso un +1,4%. La componente alimentare è aumentata dello 0,3%.

L’inflazione core, ossia l’indice dei prezzi al consumo depurato dalle componenti più volatili quali cibo ed energia, ha mostrato un incremento dello 0,1% il mese scorso e del 2,1% su base annua.

Oltre ai settori già citati, migliorano anche le componenti relative ad arredamento, cura personale, tabacco, sanitario e abbigliamento. Calano invece gli indici legati ad automobili e camion usati, nuovi veicoli, intrattenimento e tariffe aeree.

Investing.com aveva previsto un incremento dello 0,2% m/m del dato grezzo e dello 0,1% del CPI Core. Le previsioni anno su anno erano rispettivamente di +2,5% e +2,2%.

Il grafico di seguito sovrappone l’indice CPI Headline e quello Core CPI dal 2000. Il livello del due per cento evidenziato è l’obiettivo di inflazione della Federal Reserve per l’indice dei prezzi per la Spesa per i consumi personali del BEA (PCE).

1

Fonte grafici: Advisor Perspectives

Il grafico successivo mostra entrambe le serie dal 1957, anno in cui il governo ha iniziato a monitorare l’inflazione core.

2

Da Advisor Perspectives



Il contenuto di questo Blog non può essere riprodotto, totalmente o parzialmente, senza la previa autorizzazione della società di gestione.
Il contenuto di questo Blog viene fornito come meramente informativo e non costituisce offerta contrattuale, né una sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari, né costituisce consulenza in materia di investimenti.
Tutte le opinioni espresse sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, possono essere incomplete e potrebbero subire modifiche in qualsiasi momento senza preavviso.
Le opinioni espresse riflettono unicamente il punto di vista dell’autore.
Qualora i contenuti di questo Blog facessero riferimento a prodotti o servizi di Sofia Gestione del Patrimonio SGR S.p.A. si invitano gli utenti prima dell’adesione a leggere attentamente il prospetto e la documentazione precontrattuale resi disponibili sul sito www.sofiagp.it. Il valore dell’investimento o il rendimento possono variare al rialzo o al ribasso. Un investimento è soggetto al rischio di perdita. Rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri.
Si precisa che Si declina la responsabilità per qualsivoglia opinione o consiglio esposto in questa informativa.
Sofia Gestione del Patrimonio Sgr S.p.A. si riserva, in ogni caso, il diritto di avere posizioni rispetto a qualsiasi strumento finanziario menzionato nel documento o di agire in qualità di consulenti di emittenti di tali strumenti.